M. Carleo Home Restaurant

Carleosettima 191
Carleosettima 189
Carleosecondo 050

Il Massimo Carleo Home Restaurant di Potenza nasce da un’idea dello chef Massimo Carleo, classe 1984.

Approdato alla ristorazione sotto il servizio militare, da madre abilissima in cucina come suole sempre raccontare, Massimo Carleo si perfeziona presso la scuola Alma, la grande scuola di Gualtiero Marchesi. Una volta divenuto chef lo stesso maestro Marchesi gli chiede di rimanere presso la scuola e dargli una mano nello staff della struttura stessa prima e, in alcune altre esterne, successivamente.

Il richiamo per la propria Potenza però, con il tempo, fa il suo corso e dopo una breve ma intensa esperienza nel proprio locale “5 Sensi” viene chiamato per importanti progetti nella Capitale dove resta per due anni.Nel frattempo a Potenza la Michelin ha individuato la prima stella nella storia della Basilicata nel locale “Sud” di Frank Rizzuti, suo amico e, in certo qual senso, esempio di cucina.

Con la scomparsa dello chef Frank Rizzuti il locale “Sud” viene chiuso e lo resta per due anni.

Nel 2016 Massimo Carleo rileva il locale per avviare il suo personale progetto di ristorazione senza mutare troppo nell’essenza la struttura preesistente. Ne nasce così una ristorazione fortemente connotata da tratti puliti e netti come gli ambienti nei quali viene proposta con massima attenzione verso il cliente. La cucina lucana così, attraverso l’interpretazione di Massimo Carleo, pur venendo rispettata profondamente nei suoi sapori e nella sua connotazione squisitamente rurale, assume una veste di particolare prestigio. Accanto ad una proposta marcatamente territoriale, quantomeno nella sua essenza o nei prodotti adoperati, sopravvivono due grandi linee: una rappresentata dalla contaminazione di prodotti cui la grande passione e curiosità dello chef non sa sottrarsi ed un’ altra, ereditata assolutamente dagli insegnamenti del grande Gualtiero Marchesi, rappresentata dai risotti ai quali viene dedicata una carta a se stante e un fuorimenù settimanale.